Blog

1991-2016, il primo venticinquesimo di Barberino a Meleto

  |   Cultura

Novemilacentoventicinque giorni. Trecento mesi. Milletrecentotre, cinquantasette settimane. Venticinque anni. Insomma un quarto di secolo.

Si, è trascorso un quarto di secolo da quando Luciano Boni, allora giovane uomo, sotto una cattedrale di terra e di sassi, in un vecchio borgo divenuto nel secondo dopoguerra un pollaio a tutti gli effetti, fra macerie, latrati di cani, galline e devastazione, decise di provare a seminare un sogno insieme a sua moglie.

Quello del Ristorante Villa Barberino.

Un’ avventura feconda e avvolgente, ma ricca di insidie, sacrifici e pensieri.

Un cammino in salita, un viottolo che a volte parve chiudersi nel nulla, e che a volte invece si aprì su panorami lontani.

Ci volle coraggio e follia, per un’impresa che oggi probabilmente, nelle stesse condizioni, sarebbe impossibile da realizzare.

Sono trascorsi venticinque anni.

Oggi molti dei protagonisti di quei giorni non ci sono più.

Il vento li ha portati con sé.

Non c’è più neppure lui.

Quell’uomo che quel sogno lo coltivò con l’anima e lo portò avanti fino alla fine dei suoi giorni.

Quel sogno ora continua a camminare nelle gambe di Tiziana, Filippo, Tommaso e di tutta la famiglia che guarda al futuro ricca di “nonostante” e povera di “ma se”.

Si apre così un 2016 che in occasione di questo anniversario, vi offrirà tante iniziative e proposte per trascorrere momenti il più lieti possibile all’insegna della  buona cucina, dell’enogastronomia e della cultura.

Con i piedi piantati nelle nostre radici e gli occhi dritti nel futuro.

Buon Viaggio Amici!

 

 

 

 

 

Villa (31)