Articoli recenti
Categorie
Archivio
villabarberino_tuscany_resort_02

Il Settecento ci ha lasciato il compito di coltivare con saggezza e maestria i disegni dei giardini, il significato di un paesaggio...

villabarberino_tuscany_resort_01

Una sera al tramonto, la pietra, il silenzio, il vento fra i cipressi e gli olivi e la santità magra e profonda della Toscana che risale dal nulla...

villabarberino_tuscany_resort_08

I putti e gli angeli, guardiani silenti di un giardino incantato, ascoltano la voce delle stagioni che alterna i colori degli alberi, le tele dei ragni, il volo degli uccelli...

villabarberino_tuscany_resort_07

L'importanza epocale di un dettaglio, di un disegno sul muro risalente a secoli fa, la luce di uno scorcio tra un libro e una poltrona...

villabarberino_tuscany_resort_10

Si cela negli angoli più segreti, la bellezza semplice e infinita dell'arte, che rincorre la storia di Barberino, sangue e sacrificio, nitidezza e sorrisi.

villabarberino_tuscany_resort_05

Il sorriso illuminato di chi sceglie di scambiare un per sempre tra i nostri alberi, le nostre pietre e le nostre siepi, resta intrappolato in questo luogo incantato...

villabarberino_tuscany_resort_04

La pace dell'acqua sotto la santità di un olivo, la crescita del riposo nel disegno equilibrato che un cipresso dipinge nella tela del cielo...

villabarberino_tuscany_resort_11

I gusti toscani, la luce di una lampada, l'atmosfera di un lago e di una valle ricca di storie, la magia di una cena a Barberino...

Il_tributo_ristorante_valdarno_06

Il vino oggi cresce e vive laddove i Longobardi vollero un avamposto della loro invasione della penisola italiana. Pietre e oscura vita...

Villa Barberino

Charme in Tuscany

spacer

Barberino a Meleto fu in origine un guardingo longobardo. Delle tracce di quell’epoca oggi non è rimasto molto, anche se nell’attuale cantina della villa scavata nella roccia e sepolta nel sottosuolo, restano reperti di quel periodo. La “casa da signore” che si venne a costituire nei primi secoli dopo il mille si trova su di un crinale aggettante sul Valdarno e quindi facilmente difendibile.

Per l’importanza strategica che ricoprì tra il XIII e il XIV secolo il castello di Barberino (dal toponimo greco “luogo impervio, barbaro”), fu legato alla storia della repubblica fiorentina, in lotta con la vicina Arezzo e dal 1340 fu il capoluogo della lega d’Avane, una federazione di comuni del contado fiorentino, che aveva sede proprio nel castello di Barberino, “habitazione et residenza del notaio et uffiziali di detta lega”. Nei secoli successivi la proprietà fu allargata e modificata dalle nobili famiglie fiorentine degli Alamanni, degli Uguccioni Gherardi e quindi dei Rosselli Del Turco.

 

Dopo decenni di abbandono, a partire dal 1988 la Villa con l’annesso borgo sono stati oggetto di un lungo restauro da parte della famiglia Boni che li ha riportati a riacquisire la bellezza ed il fascino perduti dopo la fine della seconda metà dell’ottocento. Oggi il resort dispone di ristorante, piscina, solarium, campo da tennis, giardini all’italiana, bosco, sala meeting, camere ed appartamenti finemente ristrutturati con mobili d’epoca, oggetti di antiquariato e dotate di qualsiasi comfort per un soggiorno indimenticabile.

Ospitalità

Le nostre camere e i nostri appartamenti

Magazine

“I Quaderni di Barberino”